92

Bilancio sociale 2017: un anno all inclusive

L’impegno, la responsabilità, l’ottimizzazione, lo sviluppo, il miglioramento costante per raggiungere obiettivi collettivi sono il “fil rouge” del Bilancio Sociale federale.

Uno strumento innovativo nella comunicazione sociale di un’organizzazione (si tratti di un’associazione, di un ente pubblico o di un’impresa) redatto nel segno della trasparenza che deve contraddistinguere il rapporto fra essa e i suoi principali referenti.

“Rendere conto” infatti non è solo una pratica democratica che consente il controllo, la trasparenza del processo decisionale e la verifica degli obiettivi decisi insieme, ma è una precisa scelta, in particolare nel mondo associativo e sindacale.

Tra le altre cose la visibilità offerta dal bilancio sociale è determinante per la promozione e la condivisione delle attività in particolare nel mondo associativo.

La lettura consente di valutare le attività realizzate nel 2017 dalla Federazione in una prospettiva di “sistema federale”, in cui anche gli Enti e le Società forniscono il proprio contributo.

La relazione del Presidente, Stefano Cuzzilla, in apertura del bilancio sociale, evidenzia il cambio di prospettiva avviato dall’inizio del mandato che prosegue su tutte le aree di intervento: dal dialogo con interlocutori qualificati alle relazioni con le rappresentanze degli imprenditori che ha portato, alla nascita di due nuovi enti bilaterali, fino al riassetto e alla riorganizzazione del gruppo.

Il progetto “Industry 4.0 All inclusive” avviato dalla Federazione è sicuramente il fulcro di tutta l’attività 2017 a cui è stato dedicato un “focus” dettagliato. Un progetto ambizioso proseguito anche nell’anno in corso che bene è stato messo in evidenza nell’intervento del Direttore generale, Mario Cardoni.

La relazione introduttiva alle attività dell’anno ripercorre tutte le tappe importanti di Federmanager con uno sguardo sia verso l’esterno che verso l’interno, e si conclude con l’invito a mettere in campo tutte le potenzialità per raggiungere quella che Cardoni definisce “l’altra Federmanager”, cioè quella dei non associati ai quali deve arrivare forte il messaggio che “stare insieme e cogliere le opportunità del nostro sistema associativo” può essere utile anche per la loro attività.

La nota introduttiva alla relazione economica della Tesoriera, Marina Cima, evidenzia il riassetto e la riorganizzazione delle attività di Federmanager e la nascita di nuovi enti, mentre la Relazione economica dà conto dello stato patrimoniale, del conto economico e dell’impiego delle risorse economiche della Federazione.

Dal 2005 Federmanager pubblica il proprio Bilancio Sociale, siamo quindi alla tredicesima edizione! Ma in questa ultima pubblicazione è evidente che si sta facendo “più di quanto era stato prefisso” come afferma il Presidente Cuzzilla nella introduzione e soprattutto si sta portando avanti una gamma di progetti ambiziosi ed eterogenei il cui elenco sarebbe lungo ma che ci ha fatto denominare l’esercizio 2017 come un anno “all inclusive”.

Un anno “all inclusive” non solo dal punto di vista quantitativo ma anche e soprattutto dal punto di vista della qualità delle attività avviate, del metodo e della vision che hanno ispirato i progetti messi a punto.

Una vision basata  sulla partecipazione e sull’impegno di tutti: dalle sedi territoriali, alle donne e agli uomini che si impegnano negli Organi, nelle imprese come rappresentanze sindacali, nei gruppi di lavoro, negli Enti e nelle società della “galassia federale”, e al lavoro di squadra di tutta la struttura.

Il bilancio sociale è consultabile on line sul sito www.federmanager.it ed è disponibile in formato cartaceo inviando una richiesta a federmanager@federmanager.it

 Relazioni stampa Federmanager